top of page
  • Gtone

Il Nervo scoperto


Il ...nervo scoperto ovvero quando si "chiude la vena" Penultima gara della Season 3 , categoria GT3, circuito di Imola.


Non è la gara risolutiva della stagione ma ad essa sono stati dedicati molti sforzi da parte di tutti i contendenti e lo si vede chiaramente dai tempi registrati nelle prove libere pre gara. Metabolizzate le novità introdotte dagli aggiornamenti di Assetto Corsa Compezione, in particolare per quanto concerne la "fisica" delle gomme e la loro gestione in relazione alle temperature ed al nuovo ribilanciamento delle prestazioni, ognuno ha assettato la propria auto testandola al massimo delle potenzialità. Come ad ogni novità, c'è chi ha goduto di un guadagno prestazionale , c'è chi, invece ha smoccolato perchè la sua car ha perso e non poco. Senza saperlo, comincia da quì la metamorfosi del .....nervo scoperto, ovvero, quando pur essendo una persona dotata di un discreto autocontrollo ,ti senti toccato ingiustamente e ti viene di sbraitare in armeno; solo che poi hai difficoltà nella sintassi di questo idioma e per gli accenti improponibili , per cui raschi dal fondo del barile tutti gli epiteti più infarciti di cui il dialetto natio ti dona; non stiamo qui ad elencarli per decenza e per evitare la censura della Polizia Postale.



Tale effusivo turpiloquio interiore si acuisce maggiormente in quanti hanno scelto ad inizio stagione di usare la Ferrari F488,

probabilmente la più "castrata"da questa sorta di nuovo BoP il Balance of Performance, in anglosassone), una sorta di olio di ricino non gradito, ma che bisogna ingurgitare a denti stretti ed a chiappe ancor più strette. Boccone amaro per evitare di cambiare auto ed essere risodomizzati con l'azzeramento dei punti fin qui messi in saccoccia. Tuttavia, come i fanti italiani sul Piave , molti decidono di resistere e rimanere con l'auto scelta, quì si fa la gara o si muore... Qualcuno, dissociandosi dal coro, abiura la scelta iniziale e, come una protesta silenziosa, cambia vettura e, dicono, sembra sia appena stato fondato il C.P.F.D. acronimo di Comitato Piloti Ferraristi Delusi, teorizzato da carbonari Sardi ed affini che si propone di raccogliere le 500.000 firme necessarie alla istituzione di un referendum che costringa i Kunos's Boy and Friend a sotterrare l'ascia di guerra vessatoria nei riguardi dei cavallini, trattati peggio delle giumente teutoniche.





Tra l'altro, essendo Angela Merkel non più al posto di comando degli "deutsche uber alles", si poteva pensare o sperare in un ipotetico colpo di mano per ringalluzzire gli HP dei bolidi di Maranello.. Ma tant'è... si va avanti e si spera, chi di speranza campa...... Spettacolo cacofonico ascoltare in vocale gli improperi in romanesco di borgata dell' Ichnusa's Fan romano di origine sarda . Intraducibili, poi, per lo scrivente, gli sbotti in sardo stretto del Merlo. Tra l'altro tutta Italia è sotto una morsa di freddo da "giorni della Merla"... Meletti alla fine,decide di divorziare dalla sinuosa amante Rossa ,complice di innumerevoli vittorie, per passare ai "crucchi", sedotto da una sensuale e mordace tedesca di Monaco.


Tradimento fu .....minchia... e rimane un dolore sul nervo scoperto, il non poter utilizzare la macchina usata fin quì. Così facendo però stampa la Pole Position e vince la gara regolando un fortissimo, temibilissimo, giovanissimo, Erik Del Fante, che più che un fante sembrava un treno ma Marco aveva, al confronto un treno "Italo" al Alta velocità e non c'è scampo.


Erik poteva vincere pure ma, tant'è...., sconfitta con un pò di dolore sul nervo scoperto.... Oltre ad Erik , rimangono fedeli al primo "matrimonio tecnico" pure Max Mazzocchi, Guido Ypsig ,Andrea Onnis rientrato giusto in tempo per la gara dall'asta per l'aggiudicazione di consorti messe all'incanto per la copertura finanziaria dell'acquisto di nuova fornitura tecnica, leggasi Fanatec o affini, e Lollo che non è parente della celeberrima Gina

ma va fortissimo, Luca Tarlati (lui c'è sempre) e un velocissimo e temerario Davide Aiosa, il cantante pop più veloce della Trinacria. Discorso particolare per Fabio in arte "vapore" che fila molto più di un treno a vapore di IVANO FOSSATI memoria .


Quest'anno è scattato qualcosa in lui ,non che prima non fosse veloce ma, quest'anno, con la Giumenta (Porsche), ha ingranato una marcia in più e meriterebbe la promozione tra i pro anche per la condotta accorta in gara. Pinna invece stringe i denti, si sforza, cava il sangue dalle rape dalla sua F488, impreca , guida da campione e senza commettere minchiate, ha imparato dove è l'entrata ai box per il Pit Stop , ma alla fine deve arrendersi, pur con l'onore delle armi; per lui un sussulto doloroso sul nervo scoperto, importante è averci provato. Donsi, Barucco e Hi-tech Paladino portano punti ma speravano di raccattare di meglio da questa gara, il nervo fa male. Marco Toscano sa che non può far molto con la sua F488, stringe i denti per tenere in pista la sua F488 ma non è nemmeno fortunato e non solo lui , perchè un asteroide attraversa la pista, non avvistato all'osservatorio di Monte Palomar; lo colpisce e di carambola anche altri, più di uno,il nervo scoperto fa male e fa male trovarsi fuori dai giochi per fenomeni alieni. Antonio Messina detto "Antonello da Messina", famoso pittore ci spera. La sua lotta ,è disperata (sportivamente parlando , eh) contro Donsì per la promozione tra i Piloti AM. Lo meriterebbe pure perchè quest'anno sembra il gemello più bello rispetto a quello che correva in Season Two ma , anche lui, rimane colpito dall'asteroide , stavolta però non si disunisce come in passato e continua la rincorsa ma deve assistere al miglior risultato di Donsì il nervo scoperto fa male anche per lui. Gara non particolarmente luccicante ma sempre punti sono. per Daniele Tarlati, Salty e Rosario Frontino. Il buon Lazzaro meriterebbe una resurrezione ma non è serata.. non è stato utile eseguire in pista esperimenti sulla impenetrabilità dei corpi e sugli effetti della gravità e sulla risultante delle forze che interagiscono in una vettura Gt3 quando si lasciano le mani del volante e si preme l'acceleratore al posto del pedale del freno, l'Aston Martin è una macchina stabile ma non si possono violare le regole della fisica e gli asteroidi non sono sempre una benedizione, anzi, quasi mai, chiedete ai Dinosauri.


GGilles oltre ad essere un ottimo pilota SIM, è noto per essere un appassionato di aviazione oltre che di motori. tra l'altro, Per chi non lo sapesse, Gilles Villenueve era soprannominato "l'aviatore" non solo perchè vinse la sfida contro un caccia a reazione in partenza da fermo con la sua ferrari, ma anche perchè, all'inizio della sua militanza a Maranello, spesso si ritrovò su tre ruote ma il "vecchio" (Enzo Ferrari) gli voleva bene.

GGilles dicevamo ,piomba come uno Stuka in picchiata ma senza sibilo avvisatore su Gtone alla variante , il quale inchioda i freni e alza il gas, come tentò di fare il povero Ayrton al Tamburello ma Gtone può usare quel volante che invece era inservibile, per i noti fatti, per l'immenso campione Brasiliano. Gran sorpasso, frittata evitata ma boccone da ingoiare... il nervo scoperto fa male. Come inquadrato al centro del mirino dei caccia della seconda guerra mondiale, a questo punto Gtone diventa preda di Daniele Garofalo che si avventa con velocità per superare in breve tempo il vecchio marpione ,non velocissimo ma estremo combattente,anche troppo estremo. Dani le prova tutte , in vari punti, alla Tosa, alla Rivazza, alla Chicane, alla Variante, niente , sto cacchio di vecchio non si sposta... e che diamine. Chiaro che, chi sta dietro da troppi giri, comincia ad innervosirsi un pelino, anche parecchio direi. Ci prova ci riprova alla fine intravede uno spiraglio perchè il vecio si scompone leggermente in uscita. Daniele dà fondo a tutti i CV della sua auto per sferrare il colpo decisivo,il colpo ferale, vai !! ma Gtone, si sa, stacca dentro la curva, ed il contatto purtroppo avviene e finiscono fuori entrambi, il sorpasso non si è concretizzato ma il danno si. Daniele dovrebbe restituire la posizione ma forse nell'esasperazione e nella concitazione del tentato sorpasso , tira dritto e... qui avviene quello che MAI dovrebbe avvenire in una gara, Gtone si ritrova col nervo scoperto che fa male, gli si "chiude la vena" , ha accumulato e subito troppi tamponamenti quest'anno e gli "parte l'embolo".


Un attimo di follia inaspettata ,non giustificabile, ovvio, e si mette ad inseguire chi , secondo lui, ha compiuto una ingiustizia nei suoi riguardi, l'ennesima. Dopo poco lo raggiunge tagliando curve ed una chicane intera per entragli nello sportello nel tentativo folle e sconsiderato di riappropriarsi del maltolto. Il noto intellettuale britannico Thomas Wilson disse : "Costa più vendicare i torti che subirli". Questa giusta osservazione dovrebbe essere da monito nella vita e pure nelle gare E-sport , vero Gtone ?? Non sempre siamo lucidi è vero, certo, quando riteniamo di aver subito un torto ma reazioni sconsiderato come questa non servono a nulla, anzi . Porteranno alla sicura squalifica della gara ed alla successiva penalizzazione nella prossima gara , ovvero la non partecipazione alla stessa. il nervo scoperto fa male, ma farsi giustizia fa male di più Nota di umorismo finale : al largo delle coste trapanesi sono stati avvistati Calamari e Seppie di dimensioni spaventose, probabilmente risalite da abissi oceanici e contestualmente si nota l'assenza di Egepeppemalleabileechipiùnehanemetta Fazio, io inizio ad essere preoccupato.... la Capitaneria di Porto ha diramato l'avvertimento a tutte le imbarcazioni da diporto e da pesca in zona, potrebbero verificarsi incontri pericolosi.


Stay Tuned



56 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page