top of page
  • Gtone

Panzer Tiger contro Sherman



Salve a tutti

I piloti ufficiali della Community sono rimasti in Ungheria per la tappa in terra Magiara

del Campionato Gt4 sotto l’egida dell’A.C.I... Dopo la scalata in alta quota e relativa ossigenazione capita poi che, come nella vita reale, a volte si è costretti a scendere a quote minori, senza per questo clamorosi o pericolosi capitomboli.

Ecco , appunto la gara ha determinato uno scollinamento non voluto ma occorre accettare

sportivamente anche quando le cose non “girano” come vorresti e “ti girano”, ma non puoi farci tanto.




Accettiamo il verdetto, siamo Sportivi oltre che Gentleman, sappiamo perdere, sappiamo

fare i complimenti a chi fa meglio di noi , speriamo di rifarci. Non abbiamo elementi certi che ci permettano una disamina dettagliata e tecnica su cosa abbia determinato un momentaneo, parziale ribaltamento dei valori in campo. Formuliamo ipotesi, rimangono tali in assenza di controprova. Si è confidato troppo sulla pioggia ? Forse il set up era orientato verso una “gara bagnata”, in caso di nubifragio ? Forse non si è provato a sufficienza in condizioni di asfalto freddo ma pista asciutta ? Forse sono state sottovalutate le prestazioni delle auto concorrenti magari ipotizzando una pur minima superiorità di “motore” della GT4 teutonica che potesse compensare le migliori doti di stabilità e scorrevolezza della macchina di 007 in salsa GT4 ? Sono solo congetture, non è mio compito né ho le conoscenze tecniche per dare un giudizio come potrebbero dare gente come l’Ing. Mazzola o L’Ing. Adamo, due tecnici di successo e di esperienza o altri E_Driver con più esperienza. Magari, al rientro alla base, i nostri ci daranno le loro impressioni di quanto hanno “sentito sul campo”.




Mi veniva in mente una similitudine, in sintonia con la similitudine postata dal mio “Fratello” di chitarra e di passione avionica, ora ve la espongo : Verso la fine della seconda guerra mondiale, i tedeschi (sempre loro..) introdussero la versione Top dei loro carri armati, i famosi Panzer : il temuto e famigerato Tiger o Tigre che dir si voglia, tecnicamente

il Panzer modello VI Tiger. Un mostro, in campo aperto , nello scontro frontale era insuperabile, 57 tonnellate, 700 HP, cannone da 88 mm, corazza frontale da non meno di 10 cm di acciaio ma… solo 32 Kilometri orari, un mostro che aveva qualche limite di manovrabilità se paragonato al suo avversario diretto, almeno sul fronte occidentale , il carro americano Sherman, meno possente, meno corazzato, più leggero, più veloce, più manovriero. Nello scontro frontale, come detto non aveva scampo contro il Tigre e lo sapevano bene gli statunitensi, ma in combattimenti ravvicinati, nei corpo a corpo la loro migliore guidabilità permetteva di aggirare l’imponente avversario e permetteva al cannoniere di posizionarsi in modo da mirare ai pochi punti deboli del Tigre, motore e soprattutto cingoli. Allora, per dirla in breve, la pista Magiara, al di là della bravura dei piloti, ha ribaltato i valori visti in campo nel match precedente le Aston Martin, nel nostro caso come lo Sherman, con eccellenti piloti, riuscivano ad essere più incisive, sia sul passo gara e sia alla distanza, nelle condizioni peraltro specifiche della pista in quel momento

rispetto alle Porsche (che accosteremo al Tigre). Già in qualifica il divario era stato... esagerato , in relazione a quanto visto in precedenza. In gara il copione non è cambiato , alla fine addirittura un arrivo in parata come in certe 24 ore di Le Mans nelle lotte epiche tra Ferrari e Ford esaltate anche da ottimi film. Onore ai vincitori, un incoraggiamento ai battuti ma non vinti ,complimenti per una gara non facile ma condotta al top delle possibilità ed in maniera correttissima come conviene a veri Gentleman.

La tappa è stata metabolizzata, si analizzerà e si preparerà la prossima scalata al vertice con rispetto verso gli avversari ma consapevolezza del nostro potenziale.

Stay Tuned



83 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page