top of page

Watkins Glen?

Carissimi lettori, come probabilmente già saprete ho partecipato alla gara AM di lunedì scorso a Watkins Glen, Season 6 di The Italian Job, ma non ho ancora avuto tempo di rivedere né il replay né la diretta, né tantomeno la gara PRO. Pertanto ho deciso di affidare il resoconto al mio stagista, il giovane Gian Gerardo Ville Nuove. A me sembra un po’ sprovveduto, comunque vediamo come se la cava, magari lo prenderò in considerazione anche per le prossime gare. A lui la parola.

GGilles


Watkins Glen, season 6 - gara AM Appena giunto presso il circuito noto subito un’accoglienza particolare, data dall’abbondanza di colori pastello, con prevalenza di giallo, rosso e blu. Organizzazione essenziale, ma tutto sommato completa, con il personale che indossa delle strane sneakers con colori sgargianti che i più informati sostengono essere trendy.

Il tempo vola, le auto sono già schierate per partire, giusto il tempo per omaggiare la performance del poleman, il prode Mark Discount, pilota inglese che corre con la vettura col bizzarro numero 14.99. Parte la gara, con la lotta al vertice che vede il citato Discount battagliare con il catalano Bonito Barato, che - mi spiegano i colleghi anche se non sono sicuro di capire - si fregia a pieno titolo del numero di gara 0.99 essendo campione in carica. A parte questo duello non c’è molto da segnalare, tutti i piloti mantengono la loro posizione e l’andamento della gara è piuttosto scontato.

Da segnalare solo l’ottima difesa di Santi Giovese, che fa capire subito ai suoi inseguitori che chi vuole la sua posizione deve pagare un caro prezzo. Il romagnolo è un ottimo pilota di auto ma anche un noto appassionato di motociclismo, tanto è vero che omaggia il suo idolo con una scelta particolare del numero di gara, il 45.99.

Ho come la sensazione che mi stia sfuggendo qualcosa ma con grande senso del dovere continuo a seguire la gara, che nel frattempo riprende un po’ di vita quando un incidente richiede l’ingresso della safety car. Gli organizzatori tardano molto a farla entrare in pista, a quanto pare perché nessuno aveva una moneta da 1 Euro per sganciarla dalle vetture omologhe.

Alla fine vince Barato davanti a Discount, mentre un ottimo Domenico Chiuso si aggiudica la terza piazza che però gli viene tolta quando lle verifiche tecniche gli viene riscontrata un'irregolarità nel codice a barre.

A fine gara, dopo la consueta scena dei piloti che stappano il tavernello sul podio, ho finalmente un po’ di tempo per parlare con gli organizzatori e mi rendo conto che la gara che ho seguito era la quinta prova del Trofeo Dopolavoro LIDL.

Maledizione, tutta colpa di quel navigatore preso in offerta a 9.99...

dal vostro inviato Gian Gerardo Ville Nuove





62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page